Gli studi sul digiuno intermittente suggeriscono che favorisca la perdita di peso

Uno dei primi studi sugli effetti del digiuno intermittente della dieta 16:8 effettuato su soggetti obesi ha riscontrato che è efficace nel favorire la perdita di peso.

Una nuova ricerca pubblicata nel Journal of Nutrition and Healthy Aging dell’Università dell’Illinois di Chicago ha esaminato una forma di alimentazione limitata nel tempo nota come dieta 16:8 e il piccolo studio ha riscontrato che potrebbe essere davvero un metodo efficace per dimagrire. Questo metodo 16:8 è essenzialmente quello che utilizziamo nel nostro sistema di modellamento del corpo WinFit.

Ai soggetti analizzati dallo studio non sono state prescritte diete controllate, ma gli è stato chiesto bensì di continuare a mangiare normalmente limitando tuttavia l’assunzione di cibo tra le 10:00 e le 18:00. Dopo 12 settimane i risultati hanno dimostrato che il gruppo al quale era stato chiesto di seguire il metodo 16:8 sembrava aver istintivamente ridotto l’apporto calorico giornaliero di circa 300 calorie. Anche il peso corporeo complessivo era diminuito del 3% circa rispetto ai dati registrati inizialmente.

Sono necessarie ulteriori ricerche, ma i dati preliminari sono certamente promettenti.

Abbiamo sempre pubblicizzato il nostro sistema di modellamento del corpo WinFit come un modo sano per ridurre il grasso corporeo, aumentare il tono muscolare e migliorare il benessere generale. Ecco ora una prova più scientifica che dimostra perché il digiuno intermittente rappresenta un beneficio per tutti.