Archivi categoria: Stile di vita

Uno studio ha dimostrato che la dieta può prevenire una crisi del microbioma nella mezza età e migliorare la salute del cervello

Questo interessante articolo collega le abilità cognitive ai prebiotici e alla salute “intestinale”. Leggendolo, apprenderai che: “Con l’invecchiamento si verificano un certo numero di cambiamenti a livello fisico e psicologico, e molti studi hanno dimostrato che il nostro microbioma intestinale subisce dei cambiamenti anche con l’avanzare dell’età. Un nuovo affascinante studio suggerisce che uno spostamento dei batteri intestinali nel corso della mezza età potrebbe innescare un processo che gioca un ruolo nel declino cognitivo dei nostri ultimi anni di vita. E la dieta può essere fondamentale per incoraggiare la crescita di batteri benefici che favorirebbero un sano invecchiamento cerebrale”.

 

Tuttavia, disponiamo anche di prodotti che possono contrastare la degenerazione cognitiva, non è vero? Y-Age Carnosine favorisce la salute del cervello e l’X39 migliora quest’ultima a livello cellulare promuovendo, tra le altre cose, una buona salute dell’apparato digerente. Pertanto è necessario alimentarsi correttamente, rimanere idratati e favorire la salute digestiva con l’assunzione di alimenti prebiotici. E ovviamente utilizzare i prodotti LifeWave! Poiché lavoriamo tutti per migliorare la nostra salute e contrastare l’invecchiamento, incoraggia gli altri a fare altrettanto e a rimanere lucidi!

Nuovi studi hanno dimostrato che mangiare in condizioni di stress causa un aumento di peso maggiore e viceversa

Questo interessante articolo, tratto dalla rivista Cell Metabolism, evidenzia risultati che supportano il valore dell’aggiunta di Aeon al tuo regime quotidiano. Aeon è stato clinicamente testato per la sua capacità di ridurre lo stress nell’organismo e di favorire il rilassamento. Non c’è bisogno di leggere oltre la riga di apertura di questo articolo per fare un balzo sulla sedia e prendere nota: “Un nuovo sorprendente studio condotto da ricercatori australiani ha dimostrato che mangiare in condizioni di stress può condurre ad un aumento di peso maggiore rispetto a quando lo stesso carico calorico viene consumato in un ambiente privo stress.” Cosa!? Sì, questo è quello che lo studio ha dimostrato. Non so qualcun altro, ma a parità di condizioni, preferirei NON aumentare di peso se posso evitarlo! Per saperne di più, leggi questo articolo… e metti Aeon al lavoro!

 

La scienza della fotobiomodulazione

Fotobiomodulazione (PBM) è un ottimo termine che puoi utilizzare quando descrivi la nostra esclusiva forma di tecnologia del benessere a qualcuno che desidera saperne di più sulla tecnologia, dopo avergli mostrato il video sull’X39™. Recentemente il nostro fondatore e amministratore delegato David Schmidt ha tenuto un webinar finalizzato alla formazione generale sui prodotti incentrato sulla nostra tecnologia e ha discusso del ruolo fondamentale svolto dalla scienza della fotobiomodulazione. Ha fatto riferimento a un interessante articolo sull’argomento che puoi visualizzare qui. È stato scritto dal dott. Michael R. Hamblin, professore associato alla Harvard Medical School e affiliato al Wellman Center for Photomedicine del Massachusetts General Hospital di Boston. Quello che risulta significativo in questo articolo è il fatto che la fotobiomodulazione entra nel ruolo della luce a basso livello in varie forme di terapia del benessere e convalida il concetto associato all’azione dei cerotti LifeWave basata sull’utilizzo della stessa per stimolare la pelle allo scopo di bilanciare la nostra biochimica. È interessante apprendere che esperti di altissimo livello nell’ambito della ricerca accademica conoscono già il potere della luce nel favorire il funzionamento del corpo o una guarigione più rapida… e LifeWave ha sfruttato proprio tale potere!

Propositi di fine anno per i professionisti della rete

Ogni anno nuovo molti di noi facciamo delle promesse che spesso finiamo per rompere dopo solo un paio di settimane. Se il tuo proposito è quello di rendere quest’anno il tuo anno migliore nel network marketing, allora ecco due promesse facili da mantenere che potranno cambiare radicalmente i risultati che conseguirai quest’anno!

 

  1. Pianifica ogni giorno

Stabilisci un numero realistico di persone a cui parlerai di LifeWave ogni giorno; ossia quanti potenziali clienti ti impegnerai ad avvicinare ogni giorno. Inizia con un numero contenuto, così potrai facilmente mantener fede ai tuoi propositi. Anche se hai stabilito di avvicinare una sola persona al giorno, questo equivale a 30 persone al mese. Questo rappresenta più di quanto non faccia il 95% dei professionisti della rete. Ovviamente dovrai essere sicuro di essere preparato su quello che dirai, o chiederai, nonché capace di aprire la conversazione… e stabilire quale sarà il tuo primo “contatto”. Non importa se si tratta di un invito a un incontro, di un video che suggerisci di guardare, di una brochure che fornirai da leggere, di un’esperienza in merito a un prodotto che condividerai… decidi di conversare con un determinato numero di persone al giorno… e procedi in tal senso! Sii realistico. Stabilisci un obiettivo che sarai in grado di raggiungere. Del resto sai già cosa è possibile in questa attività. Lavorare sodo e in modo intelligente con LifeWave può davvero offrire risultati sorprendenti! Perciò decidi, fissa un obiettivo… e raggiungilo! Con questo semplice accorgimento aumenterai con facilità le tue possibilità di successo.

  1. Leggi ogni giorno

L’autoformazione è tanto importante quanto l’istruzione ufficiale. La consiglia anche l’esperto di network marketing Eric Worre. Infatti, quest’ultimo afferma: “L’istruzione ufficiale può farti vivere bene… l’autoformazione può farti guadagnare una fortuna”. Quanto ti concentri su quello che è importante per raggiungere il successo… documentandoti, mettendolo in pratica e migliorandolo… diventa una nuova capacità che puoi sfruttare… per accrescere la tua attività.

Potresti avere una pila di libri che hai intenzione di leggere. Adesso è arrivato il momento. Se non lo puoi fare immediatamente, quando lo potrai fare?? Stabilisci di dedicarti alla lettura 30 minuti ogni giorno per migliorarti. 30 minuti ogni giorno equivale a un libro o due al mese! Ti accorgerai che le conoscenze che apprenderai e la sicurezza che svilupperai grazie a queste ultime, non hanno prezzo.

Pertanto questo nuovo anno prometti a te stesso di leggere di più per migliorare le tue abilità. Il tuo impegno ti ripagherà!

 

Ingredienti a cui fare attenzione in caso di pelle sensibile

La pelle sensibile può condizionare la propria routine di bellezza. Provare dei nuovi prodotti può rivelarsi un incubo perché non si sa mai cosa potrebbe causare una grave irritazione.

Tuttavia, non è detto che nonostante sia sensibile la tua pelle non possa apparire in salute. Devi solo sapere quali ingredienti possono causare problemi con maggiore probabilità. Pertanto ecco una lista di ingredienti che dovresti evitare.

  1. Conservanti

I conservanti sono necessari per mantenere qualsiasi prodotto fresco e inalterato. In certe persone, alcuni conservanti, come ad esempio i parabeni, possono causare una reazione allergica. I parabeni possono provocare irritazioni a coloro che già soffrono di problemi di pelle come per esempio eczema, psoriasi e dermatite da contatto. Un altro conservante da cercare nei propri cosmetici e prodotti per la pelle è il metilisotiazolinone, che secondo il database dell’Environmental Working Group rappresenta un allergene ad alto rischio.

  1. Solfati

I solfati sono agenti detergenti che favoriscono la formazione di una schiuma ricca e intensa. Per alcuni possono risultare troppo aggressivi, seccando la pelle e i capelli e favorendo la comparsa di eruzioni cutanee e macchie. Prova a utilizzare prodotti privi di solfati.

  1. Colorazioni

Se hai la pelle sensibile, dovresti parlare con il tuo parrucchiere prima di prenotare il tuo prossimo appuntamento per la colorazione. La parafenilendiammina (PPD) è un ingrediente che si trova spesso nelle colorazioni per capelli permanenti che può causare una reazione allergica. Il risultato è un’eruzione cutanea sull’attaccatura dei capelli, sulla nuca e intorno alle orecchie.

  1. Esfolianti aggressivi

Se hai la pelle sensibile non significa che non puoi usare prodotti esfolianti, ma lo devi fare con moderazione. È importante evitare l’impiego di prodotti troppo aggressivi. Se preferisci utilizzare un prodotto a base di acido glicolico o salicilico, inizia con una percentuale molto bassa e procedi lentamente aumentandone la concentrazione. Online troverai anche numerose ricette fai da te a base di avena e miele che sono particolarmente adatte alla pelle sensibile.

Sebbene questo elenco costituisca un buon punto di partenza, esegui sempre un test su una zona isolata quando inserisci un nuovo prodotto nella tua routine di bellezza. Applicane una piccola quantità sul collo o sul polso. Dopodiché, attendi 24 ore per verificare se ti procura una reazione allergica. Se non si verificano arrossamenti o prurito, puoi utilizzarlo sul viso o sul corpo senza timori.