Archivi categoria: Stile di vita

Una mente sana corrisponde anche a un corpo in buona salute!

È così importante prendersi cura di sé stessi: sia fisicamente che mentalmente, ma nell’odierno mondo moderno è diventato sempre più facile dimenticarsene e dare priorità ad altri impegni. Quando non abbiamo il tempo di sederci e preparare pasti sani e nutrienti per noi e le nostre famiglie, è diventata sempre più frequente l’abitudine ordinare pasti a domicilio o cibo da asporto nei fastfood.

L’alimentazione è fondamentale per la salute e la dieta in generale svolge un ruolo significativo in tale ambito. Ordinare pasti a domicilio, cibo d’asporto o mangiare fuori non significa necessariamente mangiare male, in giro esistono molte opzioni salutari, per esempio se vai a pranzo con gli amici ogni settimana, sostituisci la tua porzione di patatine fritte con un’insalata. In tal modo, favorirai l’assunzione giornaliera di frutta e verdura.

Quando fai la spesa al supermercato, prova a sostituire biscotti e caramelle con frutta secca! Lo zucchero in grandi quantità può avere effetti dannosi sull’organismo. Tuttavia, poiché può risultare difficile scambiare un alimento zuccherino con qualcos’altro che non sia così dolce, prova a utilizzare un sostituto più sano come il miele naturale o lo zucchero di cocco. Sostituire il proprio cioccolato preferito dolcificato con zucchero con del cioccolato fondente dolcificato con stevia rappresenta un ottimo modo per soddisfare la propria golosità senza doversi più sentire in colpa.

Gli esperti affermano che gli esseri umani dovrebbero bere circa 2 litri di acqua al giorno, questo potrebbe sembrare eccessivo per coloro che non sono abituati a bere molta acqua. Inoltre, eliminando quel caffè in più e bevendo un altro bicchiere d’acqua, il nostro corpo ci ringrazierà con un enorme aumento dei livelli di energia, una carnagione migliore insieme a molti altri benefici.

Seguendo questi semplici consigli e adottando a una dieta più naturale e priva di sostanze chimiche, migliorerai non solo il tuo aspetto, ma ti sentirai anche molto meglio!

 

4 modi per migliorare la salute delle cellule staminali

  1. Ridurre il consumo di zucchero

Molti di noi consumano troppo zucchero. In combinazione con un’attività fisica troppo scarsa tutto questo zucchero produce insulina in eccesso, determinando una sindrome metabolica che può causare aumento di peso, insulino-resistenza, pressione alta, ecc. Secondo uno studio, quando il glucosio veniva ridotto, le cellule staminali adulte vivevano più a lungo nella coltura cellulare. *

 

  1. Sollevamento pesi e attività aerobica

La ricerca dimostra che l’esercizio fisico aumenta le cellule staminali nei muscoli e, inoltre, che i muscoli dei sollevatori di pesi sono dotati di cellule staminali migliori. **

 

  1. Riduzione delle calorie

Anche la restrizione calorica a breve termine può migliorare la funzionalità delle cellule staminali.

Uno studio ha dimostrato che sottoponendo i topi a un regime di restrizione calorica la funzionalità delle loro cellule staminali muscolari migliora. *** Questo si estende fino al livello cellulare, in quanto i mitocondri sono anche più abbondanti in tali topi. Inoltre, questo effetto è stato riscontrato sia nei topi giovani che in quelli meno giovani.

Non è necessario ridurre le calorie per un lungo periodo di tempo; anche la loro riduzione a breve termine migliorerà le cellule staminali.

 

  1. Evitare possibilmente i farmaci su prescrizione

Ci sono molti farmaci su prescrizione che danneggiano le cellule staminali; basiamo questa affermazione sulla nostra esperienza di oltre un decennio con la coltura di cellule staminali. Abbiamo visto, più e più volte, pazienti nei quali le cellule staminali non si moltiplicano a causa di un determinato farmaco che il paziente sta assumendo. L’elenco dei farmaci vietati è lungo, quindi consulta sempre il tuo medico per sapere quali devi limitare e quali puoi assumere con maggiore tranquillità.

 

* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21054932

** https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2275404

*** https://www.cell.com/cell-stem-cell/abstract/S1934-5909(12)00167-1

Cosa succede al tuo corpo quando consumi cibi grassi?

Hai presente quando ti viene voglia di un cibo particolare; fritto, grasso e pieno di calorie? È risaputo che mangiare cibi grassi aumenta l’infiammazione nel corpo, ma sai quali altri effetti produce su di te?

  1. Batteri intestinali

Consumare un succulento cheeseburger può soddisfare i tuoi desideri per due minuti, ma i batteri nel tuo intestino non ti ringrazieranno per questo. Per funzionare correttamente, il tuo corpo ha bisogno di un’intera gamma di vitamine e minerali, molti dei quali sono contenuti in alimenti non raffinati e non trasformati come frutta e verdura. I microrganismi nel tuo intestino hanno bisogno di grassi insaturi come quelli contenuti nel pesce e nell’avocado, quindi l’introduzione di cibi dei fast food nel tuo sistema metterà completamente in pericolo la tua salute immunitaria e ormonale.

  1. La tua pelle

Il costante apporto di cibi grassi al tuo corpo causa lo sviluppo di condizioni della pelle quali l’acne. Sebbene l’acne sia comunemente associata agli adolescenti, l’acne negli adulti è molto diffusa e in gran parte è dovuta al consumo periodico di cibi troppo grassi.

  1. Problemi digestivi

Dopo aver consumato cibi grassi, non è raro un aumento delle evacuazioni. Poiché il cibo si trova nello stomaco, ci si può attendere problemi digestivi e dolori gastrici, con conseguente enorme disagio subito dopo aver mangiato. Questi problemi sono associati all’infiammazione del corpo che conduce a condizioni più gravi come la sindrome dell’intestino irritabile e il reflusso.

  1. Patologie cardiache

Il consumo frequente di cibi grassi implica un rischio maggiore di sviluppare patologie cardiache e diabete. I livelli di colesterolo nelle persone che consumano tali alimenti sono in genere più elevati. Unitamente all’ipertensione e al diabete di tipo 2, l’obesità è più comune tra coloro che consumano cibi grassi.

Attivazione delle cellule staminali con il digiuno intermittente!

Il digiuno intermittente rappresenta un modo efficace per indurre l’attivazione delle cellule staminali.
Sono stati condotti molti studi i quali dimostrano che digiunare fino a 3 giorni può ridurre l’infiammazione e rafforzare il sistema immunitario aumentando il numero dei globuli bianchi.*
È stato anche dimostrato che i digiuni prolungati regolano le popolazioni di cellule staminali indipendentemente dalla chemioterapia, contribuiscono a invertire la senescenza e influiscono sulla rigenerazione cellulare.
Il digiuno può anche ridurre i danni delle cellule staminali del midollo osseo e proteggere dalla chemiotossicità.

* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4509734/

L’attivazione delle cellule staminali può guarire chi soffre di emicranie?

I sintomi e il dolore associati all’emicrania variano da un soggetto all’altro, ma il luogo comune è che nessuno vorrebbe mai averne una. Durante un episodio di emicrania i sintomi e il dolore ad essa associati possono durare da 4 a 72 ore e incidono seriamente sulla capacità di molti di quelli che ne soffrono di essere efficienti sul lavoro e di vivere normalmente la propria vita sociale e quotidiana.

Le emicranie possono essere causate da numerose situazioni e alcune persone riferiscono di emicranie scatenate da stimoli come luci, odori o rumori forti. Tutti queste cause scatenanti stimolano il nervo trigemino, uno dei principali nervi del volto. Tale nervo è responsabile della trasmissione delle sensazioni dal volto al cervello. Quando le cellule cerebrali vengono stimolate da uno di questi fattori scatenanti, il nervo trigemino si infiamma. Questa infiammazione provoca gonfiore dei vasi sanguigni e dolore intenso al viso, alla mascella, alla testa o al collo.

Alcuni pazienti per cercare di lenire il dolore utilizzano farmaci da banco, mentre i malati cronici assumono il più delle volte farmaci specifici per l’emicrania. Purtroppo però questi farmaci, se usati troppo spesso e per lunghi periodi, possono in realtà aumentare la frequenza delle emicranie.

In una terapia denominata frazione vascolare stromale (SVF), le cellule staminali vengono impiegate per trattare l’infiammazione del nervo trigemino e ridurre di conseguenza il dolore emicranico. Se possono essere attivate, le cellule staminali agiscono contrastando l’infiammazione del nervo trigemino.

Il nostro nuovo cerotto X39, che sarà lanciato nel mese di gennaio del 2019, ha il potere di aumentare la produzione di un peptide noto per la sua capacità di attivare le cellule staminali. Abbiamo già ricevuto una testimonianza di una persona che è riuscita ad alleviare rapidamente il mal di testa causato dall’emicrania con l’X39. Ovviamente si tratta di un caso isolato, ma ci riserviamo di analizzarlo ulteriormente.